Radwege_ohne_Grenzen-1523876245.jpg

Ciclabile senza confini

La pista ciclabile della Drava e la Lunga Via delle Dolomiti lungo i fiumi Boite e Piave sono frequentati da migliaia di ciclisti durante l’alta stagione. Tanti turisti trascorrono le loro ferie nell’area Dolomiti Live.
 

Partner di progetto: TVBO, Cadore Società Cooperativa Sociale, Associazione Turistica di Sesto

Programma di sviluppo: Interreg

Budget progetto: 50.000 €

Somma oggetto dell'incentivo: 42.500 € 

Quota d´incentivazione: 85 %

Durata: 8.1.2018 – 31.12.2018

 

 

Obiettivo del progetto, che è diviso in due parti (story telling e stazioni di conteggio), è di aumentare il numero delle persone che usano le piste ciclabili „Lunga via delle Dolomiti“, “Drauradweg“ e „Iseltalradweg“, di collegarle tra di loro e di portare i ciclisti anche nelle valli vicine o sulle alte quote grazie a informazioni precise. 

L’asse principale della pista ciclabile, che passa tra le tre regioni partner, è frequentata da migliaia di ciclisti durante l’estate. La guida che verrà realizzata fornirà consigli utili e perseguirà l’obiettivo di indirizzare i flussi di visitatori, oltre a offrire loro nuove destinazioni. La pubblicazione fungerà da guida turistica per accompagnare il ciclista lungo tutto il percorso (oppure nelle singole tappe) e racconterà storie sui paesi e sulla gente della regione di confine Dolomiti Live.

 

Un gruppo di esperti, composto da tecnici individuati da tutti e 3 i partner, si occuperà parallelamente di analizzare l’eventuale installazione di contatori lungo le piste ciclabili e la possibilità di accedere ai dati. Queste stazioni permetteranno uno scambio transfrontaliero, rendendo i dati disponibili a tutti e consentendo di indirizzare i flussi dei visitatori e di adottare misure di coordinamento, come per esempio la gestione del parcheggio nei punti di partenza. Il gruppo di esperti dovrà analizzare quali sono le condizioni per installare le stazioni di monitoraggio e in quali punti strategici. Lo studio sarà poi alla base di un progetto di follow-up sull’implementazione delle stazioni di monitoraggio dei passaggi.

 

© Foto: TVBO


indietro