cS-1576662624.jpg

Dispositivi di soccorso per le attività invernali

Il cambiamento climatico ha una grande influenza sulle condizioni dei terreni alpini e pone nuove sfide per le persone che frequentano l’alta montagna. Per i soccorsi, in caso di incidenti, sono necessarie attrezzature versatili e semplici da utilizzare, in grado di garantire tempi di intervento rapidi e che, allo stesso tempo, forniscano sicurezza agli utilizzatori, soprattutto in situazioni di stress.

 

Responsabili del progetto: Dolomiticert SCARL, Micado Smart Engineering GmbH, Soccorso Alpino dell' Alpenverein Südtirol 
Programma di sviluppo: Interreg
Budget progetto: 199.139,15 €
Somma oggetto dell'incentivo: 138.012,16 €
Quota d´incentivazione: Alto Bellunese 70%; Osttirol 50%, Alto Adige 80%
Durata: 03.02.2020 – 31.01.2022

 

Il progetto si focalizzerà su due temi:
Utilizzo sonda a vapore in caso di valanghe: la tempestività di intervento in caso di persone sepolte sotto una valanga è fondamentale, la possibilità di ridurre i tempi risulta quindi di somma importanza. Il progetto mira a studiare, realizzare e sperimentare una sonda a vapore dotata di videocamera e antenna ARTVA che permetta di effettuare velocemente un foro ed esplorare la cavità per confermare il ritrovamento.
Recupero in crepacci: attualmente si procede installando punti fissi di ancoraggio che richiedono molto tempo e non garantiscono la stessa sicurezza nelle varie condizioni di neve e ghiaccio. Obiettivo del progetto è fornire maggiore sicurezza per le squadre di soccorso in condizioni atmosferiche e di neve mutevoli attraverso l’ideazione di un sistema di ancoraggio. Le attività previste sono: progettazione, prototipizzazione, collaudo del dispositivo di ancoraggio.

 

© S. Oberarzbacher


indietro